venerdì 1 febbraio 2013

Spanish Home staging: siamo noi l'antidoto alla crisi?

Come sapete i miei rapporti con la Spagna e l'home staging sono frequenti, ma soprattutto molto fruttuosi: è impressionante ciò che si può imparare da questo paese così lontano, così vicino, non per niente ci ho vissuto tanto tempo...
L'i l'home staging si sta diffondendo a macchia d'olio, tanto da essere menzionato da una delle testate giornalistiche più importanti del paese: EL Mundo. Qui trovate l'articolo dal titolo
Il colpo di fulmine come tecnica di vendita veloce delle case (azzeccato no?).
via Freshome
Tra le descrizioni ormai note di questa tecnica di marketing (se non sono note andate a vedere qui ma anche qui e qui) la frase che più mi ha colpito è questa:

"...uno strumento di marketing come antidoto al blocco del mercato immobiliare [...]"

È una definizione importantissima e se ci crediamo veramente, vuol dire che noi Home stagers abbiamo una grande responsabilità: fare bene il nostro lavoro, farlo in modo efficace e aiutare veramente gli agenti immobiliari nel loro lavoro (che ammettiamolo, in questi tempi è proprio difficile!!).
via Desire to inspire
Sophie Lebhard  di Casas en escena dà una spiegazione esauriente dei 7 passi da compiere in fase di allestimento:
  1. Valutare e diagnosticare (la prima visita);
  2. Depersonalizzare (togliamo le "tracce" personali del precedente inquilino);
  3. Riordinare (ci vogliono commenti?);
  4. Ridistribuire (è importantissimo ottimizzare gli spazi);
  5. Pulire (cosa che non sempre è così scontata...);
  6. Riparare (un buon home stager vanta contatti con diversi professionisti che collaborano nelle riparazioni);
  7. Organizzare e riarmonizzare (tiriamo fuori i veri colori della casa, solo a questo punto mettiamo in atto l'allestimento in quanto tale).
via Desire to inspire
 Nell'articolo viene intervistata anche un'agente immobiliare (Teresa Cristóbal di RE/MAX), che definisce l'Home Staging come una "garanzia antisconti", infatti uno dei vantaggi di un giusto allestimento è evitare un indesiderato abbassamento dei prezzi in fase di visita e trattativa; con meno difetti nell'immobile, meno possibità di giocare sul prezzo!
via Desire to inspire
L'agente spiega che la cosa più difficile è il distacco sentimentale da parte del proprietario nei confronti dell'immobile: considerare la casa in cui si è vissuti per anni come un prodotto di marketing è psicologicamente molto difficile! (Psyco tip).
via Desire to inspire
Conclusioni: prendiamo esempio dai nostri vicini e continuiamo ad impegnarci come stiamo facendo fino ad ora! Se siamo l'antidoto alla crisi immobiliare, ricordiamo che "da un grande potere deriva una grande responsabilità" (cit.)

...e non dimenticatevi che nel prossimo post ci sarà il racconto dell'inaugurazione (questa volta quella vera, non come quella virtuale...).

Potete trovare altre immagini su buoni allestimenti nel mio Board di Pinterest...

Nessun commento:

Posta un commento

E tu che ne pensi? mi interessa la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...