lunedì 28 aprile 2014

20 curiosità o poco più su come lavoro

È tutta colpa di Ludus, che su Penna Blu, ha scritto un articolo che mi ha molto incuriosito... e mi sono detta, perché non farlo anche per me? Così  imparo a conoscermi un po' di più e mi scopro davanti ai lettori e clienti..., ed anche loro sapranno con chi hanno a che fare...

  1. Inizio a lavorare presto, sono sempre piena di energie la mattina: è il momento in cui tutto rinasce, anche le idee! Ammetto che quando sono ispirata sono capace di mettermi al lavoro in pigiama, con la mia tazzona di caffelatte davanti e non vado a "prepararmi" finché non esaurisce l'onda creativa...
  2. L'ispirazione mi viene da... tutto! A volte una persona che incrocio per strada, un disegno su un foglio di carta, un volantino della compagnia telefonica o la torta della mamma... ma per stimolare per bene la mia mente io uso tantissimo Pinterest!
  3. Mi ispiri pure tu! La principale fonte di ispirazione per i miei lavori, soprattutto nel restyling, nella grafica e nel retail, sono i miei clienti, la loro personalità ed i loro desideri.
  4. Blocco dell'artista? Non importa, cambio posizione, mi faccio un giro, comincio qualcos'altro, prima o poi l'ispiraizione arriva! Anzi, magari invece di una, me ne vengono tre o quattro in più!
  5. Non posso stare seduta al tavolo per più di un'ora: le idee mi vengono quando sono in piedi e lo stesso le soluzioni ai problemi.
    basta pensare a qualcosa di bello!
  6. Il pensiero laterale vola sempre: ogni cosa che vedo o mi accade fa scattare qualcosa nella mia testa, un ricordo , un collegamento e l'idea mi arriva proprio così!
  7. Prima di progettare, disegno tutto su carta, e adoro i blocchi bianchi e i quaderni tipo Moleskine: prima di essere realizzata, un'idea dev'essere disegnata!
  8. Proprio per questo disegno tutto di tutto, pure le uova e il latte quando scrivo l'elenco della spesa o un bigliettino o se devo spiegare qualcosa: ho sempre il foglio bianco sotto mano.
     
    Scatola per un ufficio #workinprogress!
    Tipico elenco della spesa di casa mia
  9. Scrivo un blog, questo! Mi aiuta a focalizzare i problemi da risolvere, a riflettere su certe situazioni ed a trovare soluzioni a volte difficili e perché no, è anche lui un modo per trovare ispirazione!
  10. Sono una persona visiva e aggiungerei colorata. Se ho l'opportunità aggiungo tocchi di colore ovunque, non necessariamente colori vivaci o fluo (che poi ora sono tanto di moda!), ma anche neutri e grigi, che trovo così eleganti! L'importante per me è non appiattirsi con il monocolor.
    Senza la mazzetta dei colori sono persa...
  11. Creativa sì, ma con una formazione tecnica: conoscere le regole (di spazi, geometrie, funzionalità e materiali) mi aiuta a usarle, a capire quali sono quelle intoccabili e quali quelle che si possono "raggirare": un po' come licenze poetiche, ma nello spazio...
  12. Studio tanto e sono sempre curiosa di tutto, proprio perché non so da dove mi verrà la prossima ispirazione, devo vedere e scoprire tutto! Per me sapere è importantissimo!
    Ho studiato qui!!!
  13. "La curiosità uccise il gatto" dice un proverbio spagnolo (?) e per fortuna non sono un gatto....^_^, ma faccio parte di Persone Curiose, per mantenere la mia mente sempre attiva e stimolata!
  14. Creatività sì, ma con focus: tutti gli interventi che faccio hanno un obiettivo, che sia la vendita o la sistemazione personale in una casa, cerco di non consigliare mai qualcosa perché ..."è più carino", ma perché le proporzioni, gli spazi, la luce, i volumi, i colori.... Tutto ma proprio tutto ha un motivo!
  15. I disegni tecnici sono importanti, proprio perché tutte le mie scelte hanno una motivazione, prendo le misure e riorganizzo gli spazi sempre anche sul piano.
    Un progettino per una parete... workinprogress
  16. Non mi piace la simmetria assoluta, la trovo rigida e quindi poco utilizzabile, al contrario amo l'equilibrio, perché si può sempre ritrovare, può cambiare e stupirci ogni volta. Non è detto che qualcosa di asimmetrico non sia equilibrato: è un gioco di corrispondenze che ci libera dalla gabbia della simmetria (P.S. Amo StanleyKubrick, qualche incongruenza in me c'è...!)
    dal film Shining
  17. Nel mio studio ho due poltrone vicino ad un tavolino, per chiacchierare con i clienti in tranquillità e non ho sedie di fronte alla scrivania, ma di fianco, per non stare mai dall'alltra parte della cattedra: credo nel dialogo e non nei ruoli prestabiliti!
  18. Cerco di uscire dagli schemi: quando ho trovato la "soluzione" provo a "rebaltare" tutto, magari ne trovo una migliore e poi così non seguo preconcetti!
  19. Adoro la grafica e cerco di utilizzarla nel mio lavoro il più possibile, soprattutto oggi che si presta moltissimo alla decorazione di spazi: credo fortemente nell'arredamento integrato con la grafica, soprattutto nel retail!
    Progetto grafico  per una lavenderia
  20. Casa mia è una tela bianca, anzi, lo era, la uso per sperimentare: è sempre home in progress e continuerà ad esserlo: diciamo che è il mio laboratorio del weekend e quel poveretto che mi sta sempre accanto con trapano e chiodi... Santo subito!
    Work in progress per un ingresso
  21. Non mi considero un'artista, ma nel mio studio il cavalletto con i colori e i pennelli vicino alla finestra è un must! (e chiaramente anche uno sgabello!)
    Alcuni dei miei porta matite, pennelli, pennarelli...
  22. Adoro gli sgabelli! utili, flessibili, per sedersi, per appoggiarsi, per essere più alti. Possono essere creativi, essenziali, duri o morbidi, di mille funzioni, materiali, non smettono mai di stupirmi! E poi, quelli più vecchi, si possono colorare e riutilizzare!
    i miei sgabelli preferiti appena ridipinti
  23. Il mio designer preferito? Chiaramente ce ne sono tantissimi! Posso dire che il mio periodo preferito nella storia del design è la prima metà del XX secolo, tra Le Corbusier, Mies Van der Rohe, Bauhaus... la ricerca degli schemi per poi poterli rompere...
  24. Il mio colore... GIALLO! ...sorpresa!!!
    Soggiorno di appartamento in affitto
  25. Adoro le sfide: sono convinta che ce la posso fare, non perché sono la migliore, ma perché credo ci sia sempre una soluzione, quindi anche il cliente più difficile non mi troverà mai svogliata o rassegnata: io non  mollo! (eh, sì, sono pure testona!).
  26. Stile... non ne ho uno in particolare, per me stessa posso dire che vado a sentimento: ogni stanza mi trasmette qualcosa e da quel qualcosa parto. Se invece si tratta di clienti, mi adatto al loro stile, sempre con un occhio alla funzionalità: NO ad eccessi e rigidezza!
Eccomi qui, spero che questi piccoli punti siano stati d'aiuto per capire un po' di più chi sono... Domande?
 P.S. tranne il caffè, l'università e il film Shining, tutte le foto sono di Before & After

1 commento:

  1. Ecco qui il tuo contributo, ma potevi segnalarmelo, no? :)
    Direi che è venuto bene. una buona "traduzione" del meme sulla scrittura.

    RispondiElimina

E tu che ne pensi? mi interessa la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...