martedì 22 aprile 2014

Facciamoci vedere da uno bravo! Gli psicologi nell'arredamento

Aggiungi didascalia
Lo psicologo è un cliente ideale. Dico sul serio, ha delle necessità specifiche per l'interior design del suo studio e non è facile ricreare l'ambiente giusto giusto per mettere a proprio agio un paziente... Ma con la collaborazione giusta con un buon consulente d'arredo...

L'altro giorno ho trovato questo articolo su Apartment therapy: Freudian Slipcovers: Why Psychoanalysts Care About Interior Design 
Mi ha inspirato tantissimo il lavoro del fotografo Mark Gerald suigli studi degli psicoanalisti.(il progetto si può vedere qui! ho preferito non ripostare le immagini per questioni di copyright) Ho guardato tutte le foto e mi sono messa a riflettere: ogni studio ha un aspetto diverso e rispecchia la personalità e la professionalità dell'analista che ci lavora ma...
La decorazione è fatta apposta?
Che sensazione ha una persona che ci entra?
Se lo sono veramente chiesti "loro"?
via Cartoons about happiness "Non dovrei dire questo ma il vero segreto della felicità é possedere più cose di chiunque altro!"
La vignetta calza a pennello con quello che voglio dire: studi pieni di quadri, foto, diplomi, attestati, quasi accatastati per creare un'atmosfera vissuta o di casa, ma che effetto hanno sul paziente? Come decoratrice d'interni ho dei dubbi sulla "serenità" che si suppone debba sentire il cliente all'entrare in quegli ambienti... e allora chiedo è fatto apposta?
O anche gli psicologi e psicoanalisti hanno bisogno di un restyler o relooker per il loro ambiente di lavoro?
Dalla serie Madmen su Popsugar
Ci sono dei topici dello studio dello psicologo: il lettino è quasi fondamentale: credo che tutti ce l'abbiano, anzi, ne hanno due tipi ben precisi: la Chaise longue di Le Corbusier o il lettino Barcelona di Mies Van Der Rohe... eccolo anche nella serie Mad Men.
Sempre Mad Men da AMC tv
Qual è il design perfetto per un luogo del genere? Ho cercato in giro e mi sono apparse molte immagini che mi fanno riflettere (mentre sopra mi sono riferita ad una serie televisiva, qui sotto le foto sono reali...):
  • C'è una forte ricerca della vista piacevole verso l'esterno, forse per evitare la sensazione di chiuso, di  "in trappola". Il verde rilassa moltissimo, dona serenità e sicuramente anch'io mi farei analizzare in un luogo così!
via Oorban
  • In alcuni casi si ricerca la simmetria assoluta, ma qui non mi sento di esser d'accordo: l'assoluto mi ricorda l'ossessione e non è proprio questo che dobbiamo allontanare? Equilibrio sì, ma simmetria e perfezione no...
  • Essere troppo moderni non aiuta: si rischia la sensazione di asettico e poco personale... io lì dentro mi sentirei proprio un individuo strano e fuori posto... 
via Atelier nGai
  • Anche la sala d'aspetto è importante: che sia accogliente e ordinata, come questa che con poco rende gradevole un'attesa non sempre così piacevole...
    via Huston Psychiatry

    Parliamo anche del divanetto? se ordinato, non vecchio e accogliente fa anche lui la sua bella figura, non è forse la prima cosa che guarderemo all'entrare?
    E voi che ne dite? Cari psicologi o psichiatri... sono pronta a darvi una mano estetica!!!

Nessun commento:

Posta un commento

E tu che ne pensi? mi interessa la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...