mercoledì 21 maggio 2014

Il prezzo delle idee (gratis per gli omini lego)

Spesso parlando con colleghi in tutta Italia (gruppi di Home Staging e Network Home Personal Shopper) ci confrontiamo sulle nostre esperienze, sul nostro vissuto nel lavoro.
I risultati sono molto diversi: siamo persone con backgrounds differenti e skills molto vari, ma una cosa ci unisce: la creatività e la competenza nel nostro lavoro.
Il problema? che a volte questo non viene capito!
Sono due concetti un po' difficili da tradurre in parole, ma con questo post voglio cercare di spiegarle...
Creatività 
è una cosa innata, è vero, c'è chi ce l'ha e chi no: noi ce l'abbiamo, siamo vulcani di idee, ma per produrre tutte queste idee spendiamo molta energia, ci informiamo, studiamo (e non solo all'università!) frequentiamo corsi, compriamo libri e riviste, confrontiamo design e soluzioni, analizziamo il lavoro degli altri per capirlo e lasciarci ispirare. Non copiamo, ma apprendiamo!
via Design Rulz

Competenza 
eh be', qui viene il bello: la competenza è quella cosa data da studio ed esperienza che permette di gestire la nostra creatività rendendola meno effimera, rendendola utile e funzionale, ci permette di dare un perché alle nostre scelte, un perché alle proposte ed ai progetti che forniamo ad i nostri clienti, ci permette di vedere le conseguenze che ha dipingere una parete di un colore o di un altro e non in teoria (tipo parete scura rimpicciolisce l'ambiente) ma in pratica (questo ambiente qui, per raggiungere questo obiettivo qui ha bisogno di questo accorgimento qui!).
Per questo ci facciamo pagare, perché le idee a vulcano possono essere gratis (se passeggio per strada mi capita di vedere vetrine ed immaginarmi mille alternative!), ma l'idea giusta, quella che vince su tutte le altre, quella si paga.
E si paga perchè è l'idea più bella, personalizzata e solo per il cliente, solo per lui, per nessun altro!
via Izismile
Quando ero piccola invece di costruire edifici di lego, facevo i contorni con i mattoncini e creavo stanze che poi arredavo e riarredavo e non per questo ero un'home stylist! Lo rendevo carino, giallo rosso e blu (erano questi i colori!), ma non ancora funzionale (gli omini della lego non avevano esigenze specifiche!), non ci pensavo, giravo il tavolo a caso, finché non mi sembrava che stesse bene, ma poi lo rigiravo...perché? non lo sapevo, mi piaceva così!

...questa ce l'avevo, ma non ho mai seguito le istruzioni!!!  C Lego group 1978
Ora con i programmi avanzati che ci offre la tecnologia faccio più o meno lo stesso, ma con obiettivi, focus, cognizione di causa, ricerche e scelte a volte difficili, a volte coraggiose.
E credetemi:
non è lo stesso sapere il perché
o fare una cosina carina.

Può pure capitare che non riusciamo a trasmettere le soluzioni al cliente, sarà un problema di comunicazione (stiamo imparando anche questo!) o di rigidezza vs flessibilità, ma ogni linea, ogni tessuto, ogni pigmento di colore ha il suo motivo ed è per questo che dopo un intervento di restyling, Home shopping o di Home staging l'effetto wow ci dev'essere!
(...nelle mie casette lego non c'èra mai...)

Conclusioni:
Idee per le casette della Lego: quante ne volete e gratis!
Idee serie e per raggiungere obiettivi concreti di benessere in casa o di vendita o visibilità... costano qualcosa in più...

E voi che ne pensate?

Nessun commento:

Posta un commento

E tu che ne pensi? mi interessa la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...