venerdì 11 luglio 2014

Perché funziona? Zona divano in toni neutri!

Qualche settimana fa ho iniziato una rubrica con l'idea di spiegare perché certe fotografie di interni ci piacciono tanto... qui il primo articolo! ...e oggi continuiamo con questo ambiente che fa solo venire voglia di buttarsi sul divano a leggere un libro... ê un ambiente di ispirazione nordica, che piace molto in questo periodo, ma lo Stile nordico funziona per il sapiente dosaggio degli ingredienti: un equilibrio che dona serenità, senza perdere la vivacità.

Un ambiente totalmente neutro,
ma per niente noioso!
via April and May studio
COLORI: Come già detto i toni neutri del grigio e del color corda fanno da cornice al bianco delle pareti.
Il colore nero (o grigio scuro) è usato solamente per definire dettagli grafici e textures geometriche, una chicca a mio parere.
Il tappeto denim crea una macchia fuori dallo schema creato donando un effetto inaspettato ma non eccessivamente forte: si inserisce nel contesto con tutta la naturalità delle altre tinte.
Ecco un'analisi dei colori!
PERCHÈ FUNZIONA? Semplice: ogni colore o combinazione ha il suo scopo: i colori scuri definiscono le geometrie, il bianco fa da sfondo, gli altri colori si dividono gli spazi creando macchie che non richiedono protagonismo. Il protagonista è l'insieme stesso.

MOBILI: Divano, mensola tavolino, pouffs e cuscini, un tappeto e una coperta a fare da accessorio.
PERCHÉ FUNZIONA? In questa composizione hanno cercato di creare unità fra i vari oggetti, non solo attraverso i colori che come detto prima non richiedono protagonismo, ma attraverso la giustapposizione di ogni elemento. La mensola abbraccia sia il divano che il tavolino, non incornicia solo la seduta come ci saremmo aspettati, ma definisce lo spazio della coppia di mobili. Tavolino, coperta e pouffs creano una linea diagonale che parte dallo spazio aperto dietro il pannello, dirigendo il nostro sguardo da sinistra a destra, facendoci ammirare l'intera composizione  (Olè al fotografo ed al direttore artistico degni di un quadro seicentesco!)

DECORAZIONE: Anche la decorazione è delicata: le grafiche hanno linee sottili, sono ordinate in fila sopra la seduta e il tavolino.
PERCHÉ FUNZIONA? Sembra tutto sussurrato, quasi disegnati a mano, come per non voler disturbare la quiete creata dagli altri oggetti, ma allo stesso tempo, grazie al colore scuro, rende l'ambiente vibrante e gioca con la luce. Senza questo leggero tocco di vivacità avremmo avuto un effetto piatto: intollerabile!

LUCE: Non ci danno suggerimenti riguardo all'illuminazione, sembra naturale, ma non scarto la possibilità che sia stato tutto allestito in un set fotografico... Occhio che spesso i superambienti che vediamo sono solo allestimenti ad hoc! Parola di home Stager!

MATERIALI: Tessuti, metallo, legno naturale, pelle scamosciata...
PERCHÉ FUNZIONA? Tutta questa neutralità permette di giocare con altre cose, ed è proprio il materiale che domina tutta la scena, dal pavimento in legno al tronchetto lasciato l'i quasi per caso; dal cuscino in pelle posto al centro, alle textures dei tessuti tutto intorno, che riprendono quelle della carta dei quadretti e infine il metallo che non vuole disturbare... Mi piace proprio tanto!

E anche per oggi finisce l'analisi fotografica... spero vi sia piaciuta e utile!

Nessun commento:

Posta un commento

E tu che ne pensi? mi interessa la tua opinione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...